Depressione, i gruppi di recupero

gruppi recupero depressione

Secondo la stima calcolata dall’ Organizzazione mondiale della Sanità, gli affetti da depressione nel mondo nel 2012 era di 350 milioni, e trovare il programma di trattamento giusto per la malattia mentale più diffusa, si sta rivelando una vera sfida per la scienza medica.

Molte persone trovano sostegno e sollievo facendosi coinvolgere da gruppi di recupero per la depressione. In questi gruppi, i membri possono condividere le loro storie di dolore e dei loro metodi per affrontare il male; e, talvolta, il solo sapere che altri stanno vivendo la stessa situazione, può rappresentare un enorme passo avanti nel processo di recupero. Ci sono alcuni aspetti da prendere in considerazione quando si deve scegliere un gruppo adatto a soddisfare le esigenze di una particolare persona.

Gruppi di persone reali o virtuali, quale scegliere

Gruppi di supporto reali

Per alcune persone, i gruppi di recupero per la depressione reali, nei quali i membri si incontrano di persona, sono l’opzione migliore. Il contatto faccia a faccia con gli altri che stanno vivendo gli stessi sintomi può contribuire a promuovere un senso di connessione, che è un elemento fondamentale nel recupero di soggetti in depressione. Parlare e condividere con le persone, in tutte le fasi del programma, può aiutarle ad iniziare il proprio percorso di recupero in tutta sicurezza.

Gruppi di supporto online

Alcune persone, o perchè non riescono a trovare un gruppo locale che si adatti alle loro esigenze o perchè preferiscono mantenere l’anonimato, preferiscono inserirsi in un gruppo di supporto online. Per questi pazienti, un gruppo di recupero virtuale potrebbe essere un elemento chiave per trovare l’indispensabile supporto ed il contatto. Senza limiti di tempo o di luogo, i membri dei gruppi di supporto online possono essere disponibili anche nel bel mezzo della notte.

Risorse per la ricerca di depressione gruppi di recupero

Una volta che il paziente depresso ha scelto a quale tipo di gruppo desidera aderire, il passo successivo sarà trovare quello giusto che si adatti nel miglior modo possibile alle esigenze della persona. Ecco alcune idee per iniziare questa ricerca:

Terapeuta o consulente: molti terapeuti dispongono della lista dei gruppi locali o online consigliabili. I terapeuti conoscono i propri clienti e possono quindi aiutarli a trovare un gruppo che si adatta alla loro personalità ed alla specifica fase del recupero.

Istituti sanitari: medici e altri professionisti sanitari possono rappresentare grandi risorse in grado di indicare gruppi che possono soddisfare le esigenze del paziente.

Organizzazioni religiose o spirituali: per le persone che attribuiscono grande importanza a un particolare insieme di credenze religiose o filosofie spirituali, poter entrare in contatto con persone che condividono le stesse credenze può essere molto utile. Molte organizzazioni spirituali offrono gruppi di sostegno incentrati su una varietà di argomenti.

Ricerche online: in questa epoca di tecnologia e informazione, a volte i migliori gruppi possono essere trovati semplicemente conducendo una ricerca online. L’unica avvertenza è quella di assicurarsi che il gruppo e i moderatori siano qualificati e che operino in maniera coerente con il resto del programma di recupero di ogni partecipante.

Alcune persone possono avere bisogno di partecipare a più di un gruppo prima di trovare la quello giusto per loro, ma un po’ di ricerca prima di intraprendere un lungo cammino di speranza è un piccolo impegno che si può affrontare. L’elemento chiave è trovare un gruppo che permetta all’individuo di sentirsi in contatto con gli altri e supportato nel suo viaggio verso il recupero dalla depressione.

Lascia il tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *