Cure alternative per la depressione

cure alternative depressione

Come è noto ci sono altri modi per combattere la depressione alternativi all’uso di farmaci e delle terapie tradizionali.
Tra questi troviamo: il sonno, i gruppi di sostegno, gli integratori e molti altri.

In questo articolo vogliamo parlare di qualcosa che si potrebbe davvero considerare fuori dalle normali procedure. Quando siete alla ricerca di qualcosa per guardare oltre la collina, per così dire, perché non indirizzare l’attenzione anche ad alcune modalità, cosidette diverse, che potrebbero fornire un aiuto.

La preghiera e la spiritualità

Una recente ricerca ha dimostrato che le persone che trovano sostegno in un sistema di credenze spirituali sono più sane di quelle che non si interessano a questo aspetto. Non stiamo parlando di tutti i riti e le credenze della religione, anche se questi possono essere utili a molti. Ci stiamo riferendo alla relazione con Dio, o quello che molti chiamano il loro Potere Superiore. Uno studio a lungo termine ha dimostrato che l’incidenza di maggiore depressione è risultata inferiore del 76% nelle persone seguaci della religione cristiana. (Questo è l’unica religione presa a campione nel test). Noi siamo convinti che anche altri tipi di religioni e tradizioni spirituali possano essere di aiuto.

Molte chiese hanno servizi che si occupano della guarigione da depressione. Se la vostra religione è importante per voi, sfruttate le risorse che la vostra Chiesa mette a disposizione dei fedeli. Potreste ottenere due risultati: connettervi spiritualmente e socialmente con persone affini.

La ipnoterapia

Sono stati versati litri e litri di inchiostro sulla grande quantità di incomprensioni che circolano da sempre sull’ ipnoterapia. Quando questa tecnica viene utilizzata come mezzo di terapia, e non come un gioco di società o per l’intrattenimento, essa permette di raggiungere la fonte della vostra depressione e apportare la guarigione in quella zona. L’ipnoterapia è uno stato guidato di attenzione focalizzata molto rilassante. Potete cercare un ipnoterapeuta qualificato per farvi aiutare o fare una ricerca su internet per alcune risorse che è possibile utilizzare a casa con la tecnica chiamata di auto-ipnosi.

L’agopuntura

L’agopuntura è stata inventata almeno duemila anni fa, ma, nel mondo occidentale, il suo utilizzo è piuttosto recente. L’agopuntura non si basa sul classico modello medico della diagnosi, ma funziona con i sintomi. Pensate all’ agopuntura come alla rimozione di ostruzioni in un tubo. Il “tubo”, in questo caso, sono i vostri meridiani attraverso i quali il vostro chi o energia fluisce. Quando il meridiano ha un blocco, si sviluppano alcuni sintomi. Dal 1990 gli studi hanno dimostrato che l’agopuntura, in combinazione con la terapia e le erbe, hanno aiutato ad alleviare i sintomi debilitanti della malattia di salute mentale nota come depressione.

Guarigione basata sull’energia

Proprio come l’agopuntura, anche questa tecnica lavora su ciò che è noto come il campo energetico umano, dunque ci saranno una varietà di modalità sotto il grande ombrello della “energia di guarigione”.
Alcune di tali modalità sono: Reiki, una delle più ampiamente conosciute, il Sistema BodyTalk, l’ Healing Touch, PSYCH-KTM, EFT, Matrix Energetics, Zero Balancing, Theta Healing, Access Consciousness e numerosi altri.

Lavorano tutti sul principio della liberazione dell’energia bloccata o sul cambiamento delle convinzioni limitanti. Se vivete in un’area urbana con un negozio di alimentari salutari, potreste trovare riviste olistiche o pubblicità per questo tipo di guarigione. È anche possibile fare una ricerca su internet e trovare persone disposte ad aiutarvi per telefono o Skype.

Quando si è alle prese con la depressione, è necessario essere disponibili a provare vari rimedi per combatterla in ogni modo. Occorre però ricordare che ogni persona è individuale, quindi, ciò che si rivela utile per alcuni, potrebbe non esserlo per altri.

Lascia il tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *