Ansia sociale

Il disturbo d’ansia sociale, chiamata anche fobia sociale, è un disturbo d’ansia in cui una persona ha una paura eccessiva e irragionevole di affrontate qualsiasi situazione sociale. L’ansia, il nervosismo e lo stress nascono dalla paura di essere sotto sorveglianza, giudicato, valutato e criticato dalle altre persone.

Una persona con disturbo d’ansia sociale, ha paura che possa commettere errori, mettendosi in cattiva luce, fino a trovarsi imbarazzata o umiliata di fronte agli altri. La paura può essere aggravata da una mancanza di capacità comunicative o poca esperienza nelle situazioni che prevedono dei contatti di tipo sociale.

L’ansia può manifestarsi anche come attacco di panico. Come risultato della paura, la persona che subisce determinate situazioni sociali si trova in estrema difficoltà fino ad arrivare ad evitare del tutto ogni tipologia di relazione con le altre persone. Inoltre, le persone con disturbo d’ansia sociale, spesso soffrono di una forma d’ansia detta “anticipatoria”, ovvero la paura di una determinata situazione, molto prima che l’evento accada, questa anticipazione può arrivare anche a giorni, settimane o addirittura mesi prima che accada l’evento.

In molti casi, la persona che soffre di ansia sociale è perfettamente consapevole del fatto che la paura è esagerata e irragionevole, ma non riesce a superarlo in alcun modo.

Le persone con disturbo d’ansia sociale soffrono di una distorsione del pensiero, tra false credenze sulle situazioni sociali e le opinioni negative degli altri. In assenza di un apposito trattamento, il disturbo d’ansia sociale può interferire negativamente con la normale routine quotidiana della persona, compresa la scuola, il lavoro, le attività sociali, e le relazioni.

Le principali situazioni che comunemente provocano l’ansia sociale includono:

  • Mangiare o bere di fronte agli altri.
  • Scrivere, parlare, lavorare di fronte agli altri.
  • Trovarsi al centro dell’attenzione.
  • Interagire con le persone, tra cui in particolare appuntamenti o feste, ritrovi.
  • Fare domande o chiedere chiarimenti quando si fa parte di un gruppo di persone.
  • Utilizzare i servizi igienici pubblici.
  • Parlare al telefono.

Il disturbo d’ansia sociale può essere collegato ad altre malattie mentali, come attacco di panico, disturbo ossessivo compulsivo, e depressione. In realtà, molte persone con disturbo d’ansia sociale inizialmente decidono di consultare un terapeuta in merito a problematiche legate a questi disturbi e non a causa dei reali sintomi legati all’ ansia sociale.

Lascia il tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *