Ansia generalizzata

ansia generalizzata

L’ansia generalizzata è un altro disordine psicologico difficile da individuare quando appare, il motivo è piuttosto semplice.

Tutti gli esseri umani vivono con la costante preoccupazione che possa accadere un imprevisto o che non si riesca a portare a termine un lavoro, un compito o altro. Questo stato è spesso definito proprio con il termine: “Ansia Generalizzata

È un fattore che fa parte della natura e che nella maggior parte dei casi si riesce a gestire razionalmente, è quando, appunto, la razionalità scompare che sorge il vero problema.

L’ansioso tende a ingigantire ogni sorta di pensiero o evento, un piccolo disguido diventa una catastrofe, un lieve incidente, una sicura premonizione di morte, quindi la preoccupazione è irrealistica e immotivata.

L’ansioso però, non riesce a controllare istinti e sentimenti, diventa imprevedibile, può rifiutarsi di uscire da casa solo perché piove, poiché il suo pensiero lo convince che la pioggia sarà seguita da un fenomeno naturale catastrofico. Così la quotidianità diventa invivibile, causando sintomi anche fisici, tanto da alterare la normale routine, sul lavoro, la scuola, le attività sociali e le relazioni.

Il soggetto che soffre di ansia generalizzata finirà con presentare sintomi che saranno esplicativi per la diagnosi psicologica:

  • Eccessiva e continua preoccupazione per qualunque cosa
  • Visione non realistica dei problemi
  • Irrequietezza
  • Irritabilità
  • Tensione muscolare
  • Mal di testa
  • Sudorazione
  • Difficoltà di concentrazione
  • Nausea
  • Necessità di andare in bagno spesso
  • Stanchezza
  • Insonnia
  • Tremore
  • Paura

La causa di tale stato di ansia generalizzata ha diverse radici secondo la medicina moderna; può derivare da un fattore genetico, ovvero ereditario.

Ambientale, se il soggetto nasce da genitori ansiosi, cresce in un ambiente, dove l’ansia è di casa, finirà per assimilare il comportamento somatizzandolo e ingigantendolo.

Oppure può essere la conseguenza di un evento traumatico, uno scippo, un divorzio, la morte di un genitore, una malattia grave ecc.

La chimica dice, invece che potrebbe trattarsi di un deficit funzionale di alcuni neurotrasmettitori.

Quale che sia la causa reale o immaginaria l’ansia generalizzata è da curare, non è ignorandola che svanirà, anzi potrà solo peggiorare.

Lascia il tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *